Yamada Soko e Antonio Di Bartolomeo: consigli per gli autori

Yamada Soko (1622 – 1685), un celebre saggio giapponese, ha meditato sulla Via dei Samurai, dispensando consigli, tecniche e filosofia: «Se un samurai vuole assumere delle responsabilità politiche, se intende svolgere un ruolo dirigente nella società civile, deve realizzare la Via. Egli non dev’essere soltanto un guerriero; oltre al Budo è necessario che acquisisca anche la conoscenza del Buddhismo, della filosofia cinese, dello Shinto, la “Via degli dei”, e che si formi una cultura letteraria».

Antonio Di Bartolomeo (1970 – ?), un umile insegnante ferrarese, ha meditato sull’Arte della scrittura, dispensando consigli, tecniche e filosofia: «Se uno scrittore non pratica anche il Budo, ossia la “Via del Guerriero”, resterà sempre incompleto, e giammai potrà assumere responsabilità politiche o un ruolo dirigente nella società civile».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *