• 542
    0

    Psicologia e neurologia avranno un bel da farsi gli anni a venire. Caduto ogni freno inibitorio tra pensiero e parola, aleggerà sulle acque di Facebook la più terribile forma di pazzia.  Facebook non è il luogo della comunicazione globale, ma una specie di giardino pubblico in cui si va a far pipì dopo cena. Sono ...