Il mistero dell’attrazione d’amore

Lei: “Tu di cosa scrivi?”
Lui: “Di persone”
Lei: “Mi sento sempre a disagio quando fotografo le persone, perché mi sembra di…”
Lui: “Invaderne l’intimità”
Lei: “Già”
Lui: “Be’, tutti noi, sì, abbiamo affinità con le persone. Ci piacciono certe persone. Capita anche a te, vero?”
Lei: “Qualche volta”
Lui: “E altre non ci piacciono. E non sappiamo perché noi siamo attratti da certe persone e non da altre. L’unica cosa che sappiamo è… se ci sentiamo attratti oppure no. È una legge fisica: rimbalziamo uno sull’altro come in un flipper”
“Sì, ma non puoi ridurre tutto a delle palline da flipper che reagiscono una all’altra”
“No, ci sono cose che neanche reagiscono, ma ogni cosa vive”
(Pausa. Lui si avvicina)
“Si è fatto tardi, devo andare”
(Lui la bacia)
Lei: “Meglio di no”
Lui: “Perché, ti dispiace?”
Lei: “No. Devo andare…”
Lui: “Ma ritorni domani?
Lei: “Non lo so”
Lui: “Mercoledì?
Lei: “Forse… non lo so”

 

(dal film Carol, di Todd Haynes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *