Il lusso della solitudine

Le api si spostano in sciami, i gatti amano la solitudine. Gli esseri umani sono una via di mezzo: hanno bisogno sia di compagnia, sia di momenti riservati a se stessi. Per alcuni la solitudine è addirittura un’esigenza vitale. Che sia permanente o temporanea, essa rappresenta per quelle persone un’ancora di salvataggio, perché la società sollecita così tanto l’individuo da tutte le parti che alcuni finiscono per perdere completamente il contatto con se stessi. Avere uno spazio proprio nel quale rifugiarsi di tanto in tanto, da soli e lontani da tutto e da tutti, può essere la soluzione a tanti mali e angosce di tipo emotivo, sociale o intimo. È solo nella solitudine che le nostre “batterie” si ricaricano veramente, perché lì non vi sono energie sprecate in chiacchiere inutili o in occupazioni futili e la mente e lo spirito possono finalmente sostare. L’accesso al silenzio e alla solitudine in uno spazio è ormai difficile, e in futuro lo sarà sempre di più. Questi due stati dell’essere diventeranno forse come l’aria non inquinata, o l’alimentazione naturale, supremi lussi del futuro.

(da Dominique Loreau, Vivere in piccolo, 2017, p. 85)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *